Un potente terremoto ha colpito le Filippine settentrionali, uccidendo 4 persone e ferendone decine

MANILA, Filippine (AP) — Frane e edifici danneggiati mercoledì nelle Filippine settentrionali, uccidendo almeno quattro persone e ferendone decine. Nella capitale, i pazienti dell’ospedale sono stati evacuati e le persone in preda al panico sono state portate fuori di corsa.

Il terremoto di magnitudo 7 è stato centrato nella regione montuosa della provincia di Abra, il capo dell’Istituto filippino di vulcanologia e sismologia Renato Solidum ha descritto il terremoto di mezzanotte come un grave terremoto.

“Il terreno tremava come se fossi su un’altalena e all’improvviso le luci si sono spente. Siamo corsi fuori dall’ufficio e ho sentito delle urla e alcuni dei miei compagni erano in lacrime”, ha detto Michael Brilandes, un agente di sicurezza nella città di Laganglong, ad Abra, vicino all’epicentro.

“È stato il terremoto più potente che abbia mai sentito e ho pensato che il pavimento si sarebbe aperto”, ha detto Brillandes all’Associated Press tramite cellulare.

Almeno quattro persone sono morte in edifici per lo più crollati, mentre un abitante del villaggio è stato colpito quando lastre di cemento sono cadute sulla sua casa ad Abra, ferendone almeno altre 25. Un operaio è morto quando un piccolo edificio in costruzione è crollato nella cittadina di montagna di La Trinidad, nella provincia di Benguet, dove si coltivano fragole.

Diverse case ed edifici hanno subito pareti incrinate e alcuni sono crollati ad Abra, dove il presidente Ferdinand Marcos Jr., entrato in carica un mese fa, aveva programmato di viaggiare giovedì per incontrare vittime e funzionari locali.

Marcos Jr. era a una conferenza stampa nel suo ufficio presso il complesso del palazzo presidenziale di Malacañang lungo il fiume quando i lampadari hanno iniziato a tremare e fare rumori. “E ‘stato davvero forte”, ha detto del tremore del terreno.

In un’agghiacciante esperienza di pre-morte, la fotoreporter filippina Harley Palanchao e i suoi compagni stavano viaggiando in discesa su due furgoni in una provincia montuosa quando hanno sentito un rombo improvviso di tuoni. la montagna

“Indietro, indietreggia!” tra le urla dei suoi compagni nel furgone. Il 44enne, padre di tre figli, ha alzato la sua macchina fotografica sul sedile anteriore e ha scattato quella che temeva potesse essere l’ultima foto della sua vita. Il furgone di fronte a loro è stato sfiorato da un masso, ferendo una persona, ma lui e gli altri nel secondo furgone sono indietreggiati abbastanza per scappare illesi.

“Pensavo che avremmo dovuto almeno avere un record se ci succedesse qualcosa”, ha detto Palanchau all’AP. “E’ stata un’esperienza terribile”.

La Croce Rossa ha rilasciato una foto dell’edificio di tre piani che si appoggia precariamente su una strada coperta di detriti ad Abra. Il video girato da un testimone in preda al panico mostrava parti di un vecchio campanile di una chiesa in pietra che si staccava e cadeva in una nuvola di polvere sulla cima di una collina.

I pazienti, alcuni su sedia a rotelle, e il personale medico sono stati evacuati da almeno due ospedali a Manila, a circa 300 chilometri (200 miglia) a sud di Laganglong, ma gli è stato detto di tornare dopo che gli ingegneri hanno trovato solo alcune piccole crepe nei muri.

Dopo ulteriori indagini, la magnitudo del terremoto è stata declassata dalla magnitudo iniziale di 7,3. L’agenzia ha affermato che il terremoto è stato causato dal movimento su una faglia locale a una profondità di 17 chilometri (10 miglia), con danni e scosse di assestamento elevate previste.

Le Filippine si trovano lungo l'”anello di fuoco” del Pacifico, un arco di faglie intorno all’Oceano Pacifico dove si verificano la maggior parte dei terremoti del mondo. È colpito da circa 20 cicloni e tempeste tropicali ogni anno, rendendolo uno dei paesi più soggetti a disastri al mondo.

Nel 1990, un terremoto di magnitudo 7,7 ha colpito le Filippine settentrionali, uccidendo quasi 2.000 persone.

__

Il giornalista dell’Associated Press Joel Calupitan ha contribuito a questo rapporto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.