L’Ucraina afferma che i missili russi hanno colpito Odesa, minando l’accordo di esportazione di grano

KIEV, 23 luglio (Reuters) – L’esercito ucraino ha dichiarato sabato che missili russi hanno colpito le infrastrutture a Odessa, nel sud dell’Ucraina, in base a un accordo firmato venerdì per bloccare le esportazioni di grano dai porti del Mar Nero.

Un accordo storico firmato venerdì da Mosca e Kiev consentirà alcune esportazioni dai porti del Mar Nero, incluso l’hub di Odessa.

“Il nemico ha attaccato il porto commerciale marittimo di Odessa con i missili da crociera Kalibr”, ha scritto Operational Command South sull’app Telegram. Due dei missili hanno colpito le infrastrutture del porto, mentre gli altri due sono stati abbattuti dalle forze di difesa aerea. leggi di più

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

I porti dell’Ucraina sono stati bloccati dalla flotta russa del Mar Nero da quando Mosca ha invaso il suo vicino il 24 febbraio, bloccando milioni di tonnellate di grano e bloccando diverse navi. Ciò ha esacerbato le interruzioni della catena di approvvigionamento globale e alimentato l’inflazione dei prezzi di cibo ed energia, insieme alle sanzioni occidentali alla Russia.

L’accordo di esportazione di venerdì cerca di evitare la carestia tra milioni di persone nei paesi poveri iniettando più grano, olio di girasole, fertilizzanti e altre materie prime nei mercati mondiali a prezzi leggermente inferiori per i bisogni umanitari.

Secondo il piano firmato venerdì, le autorità ucraine guideranno le navi attraverso canali sicuri attraverso acque minate verso tre porti, tra cui Odesa, dove verrà caricato il grano.

Mosca ha negato la responsabilità della crisi, incolpando le sanzioni per aver ridotto le proprie esportazioni di cibo e fertilizzanti e gli approcci minerari dell’Ucraina ai suoi porti del Mar Nero.

Venerdì, alti funzionari delle Nazioni Unite hanno detto ai giornalisti che l’accordo sarebbe stato pienamente operativo entro poche settimane e avrebbe riportato le esportazioni di grano a 5 milioni di tonnellate al mese dai tre porti riaperti. leggi di più

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Reporting di Reuters Bureau Scritto da Jakob Kronholdt-Pedersen Montaggio da Frances Kerry

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.