Le vendite immobiliari di Cole sono arrivate al tavolo dopo i colloqui di contratto

La gente cammina vicino all’ingresso di un grande magazzino Kohl’s a Doral, in Florida, il 07 giugno 2022.

Joe Radle | Belle foto

Cole Potrebbe non vendere la sua attività. Ma ora sta cercando di vendere alcuni dei suoi immobili Posizione frontale.

Il rivenditore ha annunciato venerdì di aver concluso le trattative contrattuali con il proprietario di The Vitamin Shoppe Gruppo di proprietà, confermando il rapporto della CNBC di giovedì sera. Invece, ha detto Kohl, continuerà a operare come una società pubblica separata.

Kohl è stato messo sotto pressione per mesi da società di attivisti, tra cui Masellam Advisors, per prendere in considerazione una vendita della società per sbloccare il valore costruito negli immobili di Kohl.

Macellum ha sostenuto che Kohlin dovrebbe vendere alcuni dei suoi immobili e affittarli come un modo per sbloccare il capitale, specialmente durante i periodi difficili. Kohlin, tuttavia, Almeno su una scala così ampia si oppone alle cosiddette operazioni di sale-leaseback.

Secondo Peter Bonbarth, presidente del consiglio di amministrazione di Covin, la società ha concluso un piccolo accordo di vendita e retrolocazione prima della pandemia di Covid. Ha riconosciuto un guadagno di 127 milioni di dollari sulla vendita e la retrolocazione dei suoi centri di distribuzione e distribuzione e-commerce di San Bernardino.

Venerdì, Kohl’s ha dichiarato pubblicamente nel suo comunicato stampa che il suo consiglio sta attualmente rivalutando i modi in cui il rivenditore può monetizzare i suoi immobili. Franchise Group prevedeva di finanziare parte dell’acquisizione di Kohl’s vendendo una parte del patrimonio immobiliare di Kohl a un’altra parte e affittandolo nuovamente. Potrebbe aver dato a Kohl un’idea del tipo di valore che avrebbe potuto ottenere per i propri negozi fisici e centri di distribuzione.

“Ora hai un ambiente in cui il finanziamento è cambiato così tanto che è davvero interessante utilizzare il settore immobiliare come veicolo di monetizzazione”, ha detto Bonbarth alla CNBC in un’intervista telefonica.

“Quando lo combini con quello che pensiamo siano i livelli delle azioni, diventa un esercizio molto diverso rispetto al precedente ambiente finanziario”, ha spiegato. “Non è un segreto che Cole abbia uno dei più grandi asset nel suo bilancio: il settore immobiliare”.

Al 29 gennaio, Kohl possedeva 410 sedi, affittava 517 sedi e gestiva locazioni di terreni in 238 dei suoi negozi. Tutto il suo patrimonio immobiliare all’epoca valeva poco più di 8 miliardi di dollari, secondo i documenti annuali.

Pro e contro

I fautori della vendita-leaseback sostengono che è un modo conveniente per le aziende di portare fondi verso lo sviluppo futuro fintanto che c’è un acquirente per l’immobile. Ma il venditore potrebbe dover rispettare gli obblighi di locazione perché sta affittando la proprietà che ha venduto.

Questi contratti di locazione possono diventare più difficili da rompere e gli affitti possono fluttuare nei mercati. Coles ha affermato nel suo deposito annuale che un tipico contratto di locazione di un negozio ha una durata iniziale da 20 a 25 anni, con opzioni di rinnovo da quattro a otto anni.

Nel 2020, Big Lots ha raggiunto un accordo con la società immobiliare di private equity Oak Street. raccogliendo 725 milioni di dollari Vendita e retrolocazione di quattro centri di distribuzione di proprietà dell’azienda. Ciò ha fornito al rivenditore big-box un flusso di cassa aggiuntivo all’inizio La diffusione internazionale del Covid-19.

Anche nel 2020, Bagno a letto e oltre Completamento Una transazione di vendita e retrolocazione Insieme a Oak Street, ha venduto circa 2,1 milioni di piedi quadrati di immobili commerciali e ha generato $ 250 milioni. All’epoca l’amministratore delegato di Bed Bath, Mark Tritton, dichiarò che l’accordo era una mossa per raccogliere capitali da reinvestire nell’attività. Ora, tuttavia, Bed Bath sta affrontando un’altra crisi di liquidità dopo il crollo delle vendite e Triton è stato estromesso dal suo ruolo all’inizio di questa settimana.

Oak Street aveva in programma di fornire finanziamenti gruppo in franchising in un accordo con Cole, secondo una persona che ha familiarità con le discussioni, secondo quanto riferito in precedenza dalla CNBC. Un rappresentante di Oak Street non ha risposto alla richiesta di commento della CNBC.

Kohl’s venerdì ha riaffermato il suo piano per un riacquisto accelerato di azioni da $ 500 milioni entro la fine dell’anno. Ha tagliato le sue indicazioni sugli utili per il secondo trimestre fiscale, citando un recente indebolimento della domanda dei consumatori in mezzo all’inflazione più alta degli ultimi decenni.

“Oggi i consumatori sono chiaramente sotto pressione”, ha detto alla CNBC il CEO di Kohl, Michael Gase, in un’intervista telefonica. “Non ne siamo immuni… ma l’obiettivo rappresenta un valore. Ed è più importante che mai amplificare quel messaggio in momenti come questo”.

Ha aggiunto che la partnership di Cole con Amazon E Sephora fa parte della strategia a lungo termine dell’azienda per acquisire nuovi clienti.

“Il risultato del processo del consiglio è stata assolutamente la risposta giusta”, ha affermato.

Le azioni di Kohl’s sono scese di oltre il 20% venerdì, toccando il minimo di 52 settimane. Le azioni del Franchise Group sono recentemente diminuite di circa il 9%, toccando il minimo di 52 settimane.

Macellum non ha risposto alla richiesta di commento della CNBC.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.