Le azioni statunitensi sono scese per la terza settimana consecutiva

Le azioni statunitensi hanno avuto un’altra settimana di lividi, con il Nasdaq, pesantemente tecnologico, in calo dell’1,3% rispetto alla giornata, segnando il sesto calo giornaliero consecutivo nella sua serie di sconfitte più lunga in più di tre anni.

L’indice blue-chip S&P 500 è sceso dell’1,1% venerdì, spingendolo al ribasso del 3,3% per la settimana. L’S&P 500 e il Nasdaq sono caduti per tre settimane consecutive.

Le mosse sono arrivate dopo i dati del Dipartimento del Lavoro degli Stati Uniti mostrato Un leggero aumento del tasso di disoccupazione e un ritmo più lento di crescita dell’occupazione, salito a 315.000 ad agosto dai 526.000 del mese precedente. I dettagli non hanno dissipato i timori che la Federal Reserve continuerà ad aumentare drasticamente i tassi di interesse per combattere l’inflazione.

I dati sull’occupazione sono stati esaminati negli ultimi mesi alla ricerca di indizi su quanto aggressivamente la banca centrale inasprirà la politica monetaria, con prove di un mercato del lavoro caldo che alimenta le aspettative di aumenti dei tassi di interesse più grandi e più rapidi.

Al contrario, i segnali di raffreddamento dell’attività occupazionale hanno contribuito a smorzare le previsioni su quanto la Fed sceglierà di aumentare i costi finanziari mentre cerca di trovare un equilibrio tra l’addomesticamento della rapida crescita dei prezzi e la spinta dell’economia statunitense verso una recessione più prolungata.

“Il mercato del lavoro si sta muovendo nella giusta direzione per i responsabili politici”, ha affermato Jeffrey Roche, capo economista di LPL Financial. “Un aumento della disoccupazione e un modesto aumento del tasso di partecipazione significano che il mercato del lavoro è più teso ad agosto rispetto a luglio”.

Le azioni inizialmente sono aumentate alla notizia del rapporto sull’occupazione, ma hanno iniziato a invertire quei guadagni a metà mattinata. Gazprom, il gruppo energetico statale russo, è sceso al ribasso a New York all’ora di pranzo. Chiudere il gasdotto Nord Stream Indefinitamente, aumenterà la pressione sull’approvvigionamento energetico dell’Europa.

Notizie La Russia ha chiuso l’oleodotto Nord Stream a causa di “problemi meccanici” (le forniture riprenderanno domani) ha contribuito a tirare [stocks] Di nuovo in rosso”, ha scritto lo stratega della città Bill O’Donnell.

Un calo di tre settimane delle azioni statunitensi ha preso piede dopo il simposio annuale della Fed a Jackson Hole la scorsa settimana. ribadito L’impegno della banca centrale nel controllare l’inflazione, dicono, “rimarrà fedele fino a quando il lavoro non sarà terminato”.

Le aspettative per un aumento del tasso della Fed si sono leggermente raffreddate dopo il rapporto sull’occupazione di venerdì, come suggerito dal trading di futures sui fondi federali. Mercati La banca centrale prevede di aumentare il tasso di riferimento al 3,83% entro marzo 2023, da un obiettivo del 3,95% alla chiusura di giovedì. Ma il tasso rappresenterebbe comunque un aumento significativo dall’attuale fascia obiettivo della Fed dal 2,25 al 2,50 percento, con implicazioni più ampie per l’economia statunitense.

Mentre le scommesse sull’entità del prossimo aumento dei tassi di interesse della banca centrale a settembre si sono leggermente allentate, le aspettative complessive sono ancora più vicine a 0,75 punti percentuali che a 0,5 punti percentuali.

“Mentre alcune delle porte per le assunzioni si stanno chiudendo, con numeri di crescita salariale più bassi, la Federal Reserve si sta muovendo abbastanza velocemente da lasciare la porta aperta al mantenimento del suo basso tasso di inflazione primario e attuale”, ha affermato Rick Ryder. Chief Investment Officer di BlackRock per il reddito fisso globale

Nei mercati del debito pubblico, il rendimento del titolo del Tesoro statunitense a 10 anni è sceso di 0,6 punti percentuali al 3,2%. Il rendimento a due anni sensibile alle politiche è sceso di 0,1 punti percentuali al 3,4%, toccando il massimo degli ultimi 15 anni questa settimana. Quando i loro prezzi scendono, il rendimento delle obbligazioni aumenta.

Altrove, le azioni europee hanno esteso i loro guadagni dopo la pubblicazione dei dati sull’occupazione, con l’indice regionale Stoxx 600 che ha aggiunto il 2%, frenando cinque ribassi diretti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.