Le azioni aprono in rialzo prima della testimonianza di Powell

Le azioni statunitensi sono avanzate in vista del secondo giorno di testimonianza del presidente della Federal Reserve Jerome Powell, il quale ha avvertito che i tassi di interesse in rapido aumento minacciano una recessione.

L’S&P 500 ha guadagnato lo 0,4% nelle prime contrattazioni di giovedì. L’indice congiunto Nasdaq, ad alto contenuto tecnologico, è salito dello 0,4%, mentre il Dow Jones Industrial Average blue-chip è salito dello 0,4%.

Negli ultimi giorni gli investitori hanno ceduto attività per lo più rischiose poiché aumentano i timori che gli sforzi della Federal Reserve per contenere l’inflazione potrebbero danneggiare l’economia. Gli investitori sono meno ottimisti sul fatto che la Federal Reserve sarà in grado di creare i cosiddetti atterraggi morbidi in modo che i tassi di interesse aumentino per controllare l’inflazione senza spingere l’economia in recessione.

Sig. Powell Ha riconosciuto quei rischi Mercoledì ha detto ai legislatori che una recessione era possibile e che un rallentamento dell’economia era “molto impegnativo”. Alla presenza dei legislatori del secondo collegio, il sig. Powell dovrebbe continuare quella testimonianza giovedì.

Il presidente della Federal Reserve Jerome Powell ha affermato che i tassi di interesse continueranno a salire fino a quando la banca centrale non vedrà chiare prove del calo dell’inflazione, ma ha riconosciuto che l’aumento dei tassi porterebbe a una recessione. Foto: Elizabeth Friends / Reuters

S&P 500 Mercoledì è sceso dello 0,1%. Sig. A seguito dei commenti di Powell, il Dow Jones Industrial Average ha perso lo 0,2%.

Stephen Innes, amministratore delegato di SPI Asset Management, ha dichiarato: “I mercati sono in vero cambiamento in questo momento. Non credo che il mercato si stia muovendo in nessuna direzione.

Le grandi aziende tecnologiche erano in prima linea nel libero mercato

Nvidia,

Affrettato

E

Amazon

Fino a circa lo 0,9% ciascuno.

La scorsa settimana, 229.000 americani hanno presentato domanda per l’indennità di disoccupazione, secondo il Dipartimento del lavoro. Dichiarazioni di disoccupazione — uno dei primi indicatori di debolezza nel mercato del lavoro Volume storicamente basso. La misurazione dell’attività nei settori manifatturiero e dei servizi dovrebbe arrivare subito dopo l’orario di apertura.

Nel mercato dei titoli, i ricavi del Tesoro sono diminuiti per il secondo giorno consecutivo, nonostante siano vicini al livello più alto da oltre un decennio. Il rendimento del titolo di riferimento del Tesoro statunitense a 10 anni è sceso al 3,099% dal 3,155% di mercoledì. I rendimenti obbligazionari scendono con l’aumento dei prezzi.

Il dollaro USA è rimasto fermo, con l’indice del dollaro WSJ, che ha misurato la valuta rispetto al paniere dei suoi pari, in rialzo dello 0,1%.

In Europa, l’appartamento Pan-Continental Stoxx Europe 600. Gli studi economici pubblicati giovedì hanno mostrato che l’economia europea ha rallentato bruscamente a giugno poiché l’aumento dei prezzi al consumo ha ridotto la domanda di una varietà di beni e servizi.

“L’inflazione è centrale in tutto questo, ma c’è anche una crescita lenta e i tassi di interesse stanno aumentando. Tutto questo è un cocktail terribile e devi farti da parte e aspettare che funzioni”, ha affermato Honey Redha, portfolio manager alla Pinebridge Investments.

Un trader alla Borsa di New York mercoledì.


Foto:

Brendan MCDERMID / REUTERS

I prezzi del gas in Europa sono aumentati vertiginosamente dopo che la Germania ha fatto un passo avanti verso le razioni di gas, innescando la seconda fase di un piano di emergenza per far fronte alla riduzione delle forniture russe. I prezzi del gas nella regione sono aumentati di oltre il 5% a € 134,25 per megawattora, il livello più alto da marzo.

Il bitcoin è salito del 3,9% a $ 20.668,90 dal livello ET di 5 ore di mercoledì. La criptovaluta è rimasta stabile negli ultimi giorni dopo un forte sell-off di inizio mese.

Nei mercati delle materie prime, i prezzi del petrolio hanno oscillato mercoledì dopo pesanti perdite. Il greggio internazionale Brent è sceso dello 0,5% a 108,16 dollari al barile. Anche altre voci legate all’economia sono scese vicino alla domanda. Il rame a Londra è sceso del 2,6% a $ 8.555,50 per tonnellata.

L’aumento dei prezzi dell’energia ha contribuito in modo determinante a decenni di elevata inflazione. Preoccupato per i neo-hippy e il loro riscaldamento globale, te lo dico io. ha detto Reta.

“Ho detto per un po’ che non ci sarà alcun ribasso delle azioni senza un picco costante dei prezzi del petrolio e dei guadagni obbligazionari”, ha affermato. “Penso che sia possibile.”

In Asia, i mercati azionari sono stati per lo più in rialzo. A Hong Kong, l’indice Sheng di Hong Kong è cresciuto dell’1,3%, mentre in Cina lo Shanghai Composite Index è cresciuto dell’1,6%. In Giappone, il Nikkei 225 ha aggiunto lo 0,1%.

Scrivi a Will Horner a William.horner@wsj.com

Navigazione nel mercato ribassista

Copyright © 2022 Dow Jones & Company, Inc. Tutti i diritti riservati. 87990cbe856818d5eddac44c7b1cdeb8

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.