La confusione sulla risposta di Uvalde si estende alle domande sul rilascio del video di sorveglianza

Il 24 maggio, i funzionari hanno discusso se pubblicare il video dall’interno della Rob Elementary School. Fucilazione di massa È diventato sempre più complicato lunedì dopo che un importante legislatore statale del Texas ha suggerito che c’era un accordo tra le forze dell’ordine e i funzionari locali, solo per una delle parti dell’accordo che ha rifiutato rapidamente la richiesta.

In un’audizione presso la capitale dello stato di Austin, il rappresentante Dustin Burroughs, presidente di una commissione speciale della Texas House che indaga sulla sparatoria di Rob, ha annunciato lunedì mattina che il Dipartimento di pubblica sicurezza del Texas e Uvalde Meyer avevano raggiunto un accordo per rivelare la sorveglianza. Il video mostra gli agenti riuniti nel corridoio fuori dall’aula con l’uomo armato di 21 anni.

Ma a poche ore dai commenti di Burroughs, l’8 luglio il Dipartimento della Pubblica Sicurezza del Texas ha inviato ad ABC News una lettera che citava la direttiva sull’area di Uvalde e diceva al capo che le forze dell’ordine non potevano accogliere unilateralmente la sua richiesta per i nastri. Il procuratore distrettuale Christina Busbee.

“[Busbee] “Ci siamo opposti al rilascio del video e ci ha consigliato di non farlo”, si legge nella lettera, firmata dal vicedirettore del DPS Freeman Martin.

Dopo che l’udienza si è conclusa lunedì, Burroughs ha chiarito i suoi precedenti commenti, dicendo ad ABC News: “Stiamo ancora lavorando per pubblicare il video, ma non ci sono accordi”. Busbee non ha risposto immediatamente alla richiesta di commento di ABC News.

Questo ultimo pasticcio si aggiungerà sicuramente alla frustrazione all’interno della comunità di Uvalde. Più di sei settimane dopo la sparatoria che pose fine alla vita di 19 studenti e due insegnanti, moltissimi Ci sono domande Sono trascorsi 77 minuti tra il momento in cui il tiratore è entrato nella scuola e il momento in cui le forze dell’ordine sono entrate nell’aula e lo hanno ucciso.

Il direttore del Dipartimento di pubblica sicurezza del Texas Steve McGraw ha definito la risposta della polizia “un abietto fallimento” durante la testimonianza. Commissione del Senato del Texas Il mese scorso, è stata alzata la posta in gioco affinché i funzionari pubblicassero il filmato.

Un’unità delle forze dell’ordine viene vista fuori dalla Rapp Elementary School di Uvalde, in Texas, il 24 maggio 2022, in un video tratto da un video realizzato dagli spettatori.

Jesse Ortiz

Domenica, le famiglie delle vittime si sono radunate nella piazza della città di Uvalde per esprimere la loro frustrazione con i leader statali e locali per la gestione della sparatoria e le successive indagini. L’evento è stato chiamato The Unheard Voices March & rally ha fatto eco a un sentimento condiviso da molti residenti della piccola città del Texas occidentale.

Il dibattito pubblico sull’opportunità di condividere pubblicamente le prove investigative dall’interno della scuola è diventato una fonte di conflitto tra alcuni membri della famiglia delle vittime e funzionari che affermano di rappresentare i loro interessi. Busbee ha detto che il rilascio del filmato potrebbe ostacolare le sue indagini in corso sul fatto che la sparatoria giustifichi eventuali accuse penali.

Durante il fine settimana, il sindaco di Uvalde Don McLaughlin ha accusato Busbee di aver fuorviato i membri della famiglia sul sostegno di McLaughlin. Pubblica alcune visualizzazioni Mostra la risposta della polizia durante le rivolte.

Venerdì, McLaughlin ha confermato il suo sostegno alla pubblicazione di “tutti i video”, incluso “l’intero video del corridoio di 77 minuti … fino al momento della violazione”. Ma meno di 24 ore dopo, ha rilasciato una dichiarazione di follow-up chiedendo di rilasciare solo il video che mostra la risposta della polizia, nessun filmato dei bambini o della classe.

Ha accusato Busbee di “consultare” le famiglie delle vittime e di “non dire la verità” sostenendo la pubblicazione di video che mostrano bambini morti.

McLaughlin in seguito disse ad ABC News che il video dal corridoio interno di Rapp “contraddiceva l’idea sbagliata che la polizia di Uvalde fosse l’unica all’interno con le armi” e che il rilascio del nastro avrebbe “dato trasparenza a tutti”.

Lunedì il Rep. Burroughs ha detto che “continuerà a fare pressione sulla situazione e prendere in considerazione tutte le opzioni per garantire che il pubblico possa vedere il video”, ma non ha concordato una tempistica per il rilascio pubblico.

“Posso dire alle persone tutto il giorno ciò che ho visto, il team può dire alle persone tutto il giorno ciò che abbiamo visto, ma vederlo da soli è così diverso”, ha detto Burrows. “Pensiamo che sia molto importante”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.