Il primo ministro britannico Trudeau ha promesso di continuare mentre il sostegno del suo partito diminuisce

  • Truss dice che si rammarica degli errori
  • Dice che è “appiccicosa”
  • L’agenda economica che ha causato il crollo del mercato è stata rimossa
  • Alcuni parlamentari conservatori hanno chiesto le sue dimissioni

LONDRA, 18 ottobre (Reuters) – Il primo ministro britannico Liz Truss ha messo in guardia sui tempi difficili dopo aver annullato il suo piano di taglio delle tasse e ha detto che cercherà di mantenere forte l’economia, nonostante le richieste di dimissioni.

Dopo settimane in cui gli investitori hanno incolpato “venti contrari globali” per aver spinto la sterlina e i titoli di stato, lunedì Truss ha affermato di essersi pentito di essere andato “troppo veloce” con il suo piano economico aggressivo.

Non è chiaro se le scuse placheranno una crescente ribellione nel suo partito conservatore, con alcuni legislatori che esortano Trudeau a dimettersi appena sei settimane dopo essere diventato primo ministro.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Truss ha detto che avrebbe continuato a combattere e ha detto ai suoi massimi ministri che voleva essere al livello del pubblico che sarebbero stati tempi difficili.

Un nuovo sondaggio YouGov ha rilevato che anche tra i membri del Partito conservatore che l’hanno sostenuta come primo ministro, più della metà ha affermato che dovrebbe dimettersi. Un terzo voleva che il suo predecessore Boris Johnson tornasse.

I mercati, che sono crollati dopo il “mini-budget” di Truss del 23 settembre, sono ancora sotto pressione dopo che il suo ministro delle finanze Jeremy Hunt ha stracciato i suoi piani lunedì.

“Voglio assumermi la responsabilità e mi dispiace per gli errori”, ha detto Truss alla BBC lunedì scorso.

“Volevo agire per aiutare le persone con le bollette energetiche ad affrontare il problema delle tasse elevate, ma siamo andati troppo oltre e troppo velocemente”. Truss ha detto che “stava tenendo duro” e avrebbe portato i conservatori alle prossime elezioni nei prossimi due anni, anche se la dichiarazione è stata accolta con una risata.

Lunedì, Truss ha assistito in silenzio in parlamento mentre Hunt ha strappato il piano proposto meno di un mese dopo e ha inviato un mercato obbligazionario così profondo che la Banca d’Inghilterra ha dovuto agire per evitare il collasso dei fondi pensione.

‘onesto’

Per alcuni nel partito, vedere un primo ministro umiliato in Parlamento non gli dà speranza di poter reagire.

James Heapy, ministro delle forze armate, ha detto che Truss, il suo capo, non poteva più sbagliare.

Truss avrebbe dovuto rivolgersi in seguito ai suoi legislatori sostenitori della Brexit, che erano arrabbiati per aver abbandonato la sua campagna di taglio delle tasse. I parlamentari sono stati esortati dal governo a interrompere qualsiasi mossa per estrometterlo prima di presentare il suo piano fiscale a medio termine il 31 ottobre.

“Il primo ministro ha detto che voleva essere onesto con il pubblico sul fatto che i tempi sarebbero stati difficili, ma affrontando le questioni a lungo termine, potremmo mettere il Paese su un percorso più forte verso il futuro”, ha detto martedì il suo portavoce ai ministri. .

Truss è stato eletto dai membri del Partito conservatore, non dall’elettorato in generale, con la promessa di tagliare le tasse e le normative per alimentare l’economia in quello che i critici chiamano un ritorno all’economia “trickle-down” in stile thatcheriano degli anni ’80.

Ma i mercati hanno reagito in modo più drammatico, con l’aumento degli oneri finanziari, gli istituti di credito che hanno lanciato offerte di mutui e i fondi pensione che sono entrati in recessione.

Ryanair (RYA.I) Il boss Michael O’Leary ha descritto la situazione economica della Gran Bretagna come un “incidente automobilistico”, che ha attribuito alla decisione del paese di votare per lasciare l’Unione Europea nel 2016.

Spremere le spese

Con la reputazione economica della Gran Bretagna a brandelli e l’inflazione in aumento, Hunt dovrà ora andare oltre nel trovare i tagli alla spesa pubblica del governo se Truss non metterà in atto il suo piano economico in un momento in cui l’inflazione è in aumento.

Un portavoce di Truss ha affermato che il governo non è ancora in grado di assumere impegni su singole aree politiche, nonostante gli impegni precedenti, ma si sta concentrando sulla protezione dei più vulnerabili. Ha detto che Truss ha mantenuto la sua promessa di aumentare la spesa per la difesa entro il 2030.

Torsten Bell, presidente della Resolution Foundation, un think tank, ha affermato che il governo potrebbe aver bisogno di tagliare la spesa pubblica di circa 30 miliardi di sterline (34 miliardi di dollari), un compito politicamente più difficile dopo che i successivi governi conservatori hanno ridotto i budget dipartimentali negli ultimi 10 anni. .

Hunt ha affermato che il pacchetto biennale di sostegno energetico di Tregua, che dovrebbe costare più di 100 miliardi di sterline, era già parte della strada da percorrere e sarebbe durato fino ad aprile prima di essere rivisto.

($ 1 = 0,8807 sterline)

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

di Kate Holden e Elizabeth Piper; Rapporti aggiuntivi di William James, Andrew MacAskill, Kylie MacLellan e Paul Sandle; Montaggio di Raisa Kasolowski, Gareth Jones e Tomasz Janowski

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.