Il dirigente afferma che la sua azienda ha condotto una verifica fiscale interna dopo che Trump è entrato in carica

Un avvocato Trump di lunga data ha supervisionato un’indagine interna sulle pratiche fiscali della Trump Organization nel 2017 e nel 2018 che ha portato la società a “fare qualcosa di diverso”, ha testimoniato martedì un dirigente.

Questa rivelazione è arrivata a metà del secondo giorno Il controllore della Trump Organization Jeffrey McConey ha prestato giuramentoChi è stato il primo testimone chiamato dal governo nel caso di New York della società? Indagine sulle frodi.

McConey ha detto che l’indagine è stata condotta da un avvocato, Sherry Dillon Conferenza stampa gennaio 2017 L’allora presidente eletto Donald Trump ne aveva uno in cui lui e Trump mostravano risme di documenti relativi alle tasse delle sue società.

La testimonianza di McConey è stata interrotta martedì dopo di lei È risultato positivo al Covid-19. L’udienza dovrebbe riprendere lunedì 7 novembre.

Donald Trump tiene una conferenza stampa nel 2017
Mucchi di carte e file vengono mostrati mentre il presidente eletto Donald Trump tiene una conferenza stampa a New York l’11 gennaio 2017.

DON EMMERT/AFP/Getty Images


L’ufficio del procuratore distrettuale di Manhattan ha incriminato Alan Weiselberg, l’ex direttore finanziario della Trump Organization, nel 2021 e la società attraverso due entità aziendali, la Trump Corporation e la Trump Payroll Corporation. “Compensazione indiretta dei dipendenti”. Weiselberg si è dichiarato colpevole dell’accusa ad agosto. La società mantiene la sua innocenza su tutte le accuse.

L’assistente del procuratore distrettuale di Manhattan Susan Haffinger ha dichiarato lunedì durante la sua dichiarazione di apertura che i dirigenti dell’azienda evadono le tasse da anni, “ma quando Donald Trump è stato eletto presidente alla fine del 2016, le prove dimostrano che queste società hanno finalmente dovuto ripulire queste truffe . ” . pratiche fiscali.”

Dillon, un avvocato fiscale dello studio legale Morgan Lewis che ha trascorso più di un decennio a lavorare su questioni relative alla Trump Organization, è stato chiamato dopo che il presidente è entrato in carica dopo aver lasciato lo studio nel 2017, ha detto McCany martedì.

Dillon ti ha chiesto di “ripulire le cose nell’organizzazione Trump?” ha chiesto un avvocato.

“Lo ha fatto”, ha risposto McConey.

Ha detto che l’indagine ha portato al completamento di una nota alla fine del 2017 o all’inizio del 2018.

“D’ora in poi, mi è stato chiesto di fare le cose in modo diverso”, ha detto McConey.

Dillon non ha risposto immediatamente alle richieste di commento.

Quando McConey iniziò a descrivere il promemoria, gli avvocati della Trump Organization si opposero, citando il privilegio avvocato-cliente, e il giudice chiamò una barra laterale. La discussione del riferimento è stata quindi limitata.

I pubblici ministeri affermano che i dirigenti dell’azienda hanno utilizzato vari metodi per “nascondere” sontuosi benefici alle autorità fiscali almeno dal 2005.

Gli avvocati della società hanno dichiarato lunedì nelle loro dichiarazioni di apertura che Weiselberg è stato l’unico a nascondere il fatto di non aver pagato le tasse sui benefici.

Wieselberg dovrebbe essere chiamato come testimone durante il processo. Weiselberg si è dichiarato colpevole nel caso ad agosto e ha accettato di testimoniare come parte del suo patteggiamento. Sarà condannato dopo un processo che dovrebbe durare fino a sei settimane.

McCany ha testimoniato lunedì che il suo avvocato personale è stato pagato dalla Trump Organization e che ha incontrato gli avvocati della difesa penale dell’organizzazione in altre occasioni.

Il giudice Juan Mercon ha respinto la richiesta dei pubblici ministeri di trattarlo come un testimone ostile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.