General Motors (GM) Guadagno del secondo trimestre 2022

Il CEO di GM Mary Barra parla ai media prima dell’inizio dell’Assemblea annuale degli azionisti della General Motors Company 2017 presso la sede centrale di GM Global a Detroit, Michigan, martedì 6 giugno 2017.

John F. per GM. foto di Martino

Motori generali Martedì ha riportato utili del secondo trimestre inferiori alle stime di Wall Street.

Ma la società ha mantenuto la sua precedente previsione dei ricavi per l’intero anno, affermando che sperava di aumentare la produzione nella seconda metà del 2022. Ha inoltre assicurato che le forniture adeguate siano bloccate per supportare gli elementi critici relativi alla batteria. I suoi piani di veicoli elettrici di metà decennio.

Martedì le azioni sono scese di circa l’1% nel trading pre-mercato.

Ecco Numeri importantiRispetto alle aspettative di consenso di Wall Street compilate da Refinitiv.

  • Utile per azione rettificato: $ 1,14, $ 1,20 previsto e $ 1,97 pollici Secondo trimestre 2021.
  • Reddito: $ 35,76 miliardi, rispetto a $ 33,58 miliardi e $ 34,17 miliardi previsti nel secondo trimestre del 2021.
  • Rettificato per l’EBIT: 2,34 miliardi di dollari, rispetto ai 4,12 miliardi di dollari del secondo trimestre del 2021.
  • Margine rettificato per l’EBIT: 6,6%, 11,2% nel primo trimestre del 2022 e 12,0% nel secondo trimestre del 2021.

L’amministratore delegato Mary Barra ha detto Una dichiarazione GM ha “accordi vincolanti” con Livent Corp. per il litio che garantiscono tutte le materie prime relative alle batterie necessarie per costruire 1 milione di veicoli elettrici all’anno in Nord America entro il 2025. con i “nuovi accordi pluriennali” annunciati martedì e con il partner di lunga data della batteria GM LG Chem per i materiali catodici.

Come altre case automobilistiche globali, GM ha trascorso gli ultimi trimestri a lavorare attraverso le interruzioni della catena di approvvigionamento poiché le epidemie di Covid-19 – e, più recentemente, l’invasione russa dell’Ucraina – hanno costretto la chiusura delle fabbriche e hanno devastato la logistica in tutto il mondo.

Tali interruzioni sono state avvertite presso i concessionari statunitensi di GM, dove le scorte continuano a essere limitate. I concessionari statunitensi di GM hanno aggiunto solo da 10 a 15 giorni di inventario nel secondo trimestre dell’anno scorso, ha affermato martedì GM. Questo è molto più stretto dei 60-90 giorni che erano la norma prima della pandemia di Covid-19.

Ma GM prevede di portare presto più veicoli ai suoi concessionari. La società ha detto agli investitori il 1 luglio Dal suo inventario mancano 95.000 veicoli. Martedì ha confermato che prevede di completare e spedire quei veicoli, molti dei quali SUV ad alto margine, nei prossimi mesi.

GM, come la maggior parte delle case automobilistiche, registra le entrate quando un veicolo completato viene spedito ai concessionari, non prima.

“Nell’ultimo anno abbiamo operato con volumi inferiori a causa della carenza di semiconduttori e, nonostante queste pressioni, abbiamo ottenuto ottimi risultati”, ha affermato Barra. “Ci sono preoccupazioni per le condizioni economiche. Ecco perché stiamo già adottando misure proattive per gestire i costi e i flussi di cassa, inclusa la riduzione della spesa discrezionale e la limitazione delle assunzioni a esigenze critiche e posizioni che supportano la crescita.

“Abbiamo modellato più scenari di ricaduta e siamo pronti ad agire deliberatamente quando necessario”, ha affermato Barra.

Barra ha detto che GM è ancora fiducioso che lo soddisferà Guida anticipata per l’intero anno. La società prevede che l’utile netto per il 2022 sarà compreso tra $ 9,6 miliardi e $ 11,2 miliardi.

“Questo ottimismo deriva dalla nostra aspettativa che la produzione globale di OGM e le consegne totali aumenteranno notevolmente nella seconda metà”, ha affermato.

Questa è una notizia dell’ultima ora. Controlla di nuovo per gli aggiornamenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.