Dopo che Boris Johnson si è dimesso, Rishi Sunak è il favorito per diventare il nuovo Primo Ministro della Gran Bretagna


Londra
CNN

L’ex ministro delle finanze britannico Rishi Sunak è il primo ministro per essere il prossimo primo ministro del paese. primo ministroDopo Boris Johnson Uscita drammatica dalla corsa alla leadership del Partito conservatore.

L’attuale primo ministro Liz Truss si è dimesso la scorsa settimana dopo sei settimane disastrose in carica. Graham Brady, il funzionario conservatore responsabile della corsa alla leadership, ha detto che il nuovo primo ministro sarà in carica entro venerdì.

Per i candidati Sostituisci il traliccio Ha tempo fino a lunedì alle 14 (9:00 ET) per ottenere il sostegno di 100 legislatori del Partito conservatore – il partito – e il paese – per candidarsi al nuovo leader.

La decisione di Johnson di ritirarsi dalla corsa lascia l’ex cancelliere Sunak contro il leader della Camera dei Comuni Benny Mordant.

Se entrambi i candidati ottengono il sostegno di 100 parlamentari, saranno ca 172.000 membri del Partito conservatore Per eleggere un nuovo leader nel voto online.

A partire da lunedì mattina, solo Sunak della coppia aveva raggiunto la soglia delle 100 nomination.

Se solo Sunak raggiungerà questo numero di sostenitori, diventerà automaticamente il nuovo leader del Partito conservatore. La maggioranza parlamentare del partito assicura che diventerà anche il prossimo primo ministro del Paese.

Dopo giorni di speculazioni, il signor Chung ha annunciato ufficialmente di essere in gara domenica, scrivendo su Twitter: “Il Regno Unito è un grande Paese, ma stiamo affrontando una profonda crisi economica. Ecco perché sono il leader dei conservatori Fai festa e come tuo prossimo Primo Ministro. Ripara la nostra economia, unisci il nostro partito e consegna per il nostro paese

“Ci sarà integrità, professionalità e responsabilità a ogni livello di governo che guido e lavorerò 24 ore su 24 per portare a termine il lavoro”.

Molti dei sostenitori di Johnson hanno accusato Sunak di aver contribuito a estromettere Johnson dal potere a luglio dopo una serie di scandali, ma domenica sera ha reso omaggio all’ex primo ministro dopo il suo ritiro dalla corsa.

“Boris Johnson ha offerto la Brexit e un grande lancio di vaccini. Ha guidato il nostro Paese attraverso alcune delle sfide più difficili che abbiamo affrontato, poi ha affrontato Putin e la sua brutale guerra in Ucraina. Ne saremo per sempre grati”, Sunak ha twittato “Si candida di nuovo per la carica di primo ministro. Anche se decide di non farlo, sono sicuro che continuerà a contribuire alla vita pubblica in patria e all’estero”.

Johnson, che ha annunciato che si sarebbe ritirato dalla corsa, ha annunciato di aver ricevuto le nomination di 102 parlamentari, sebbene il numero di legislatori che hanno dichiarato pubblicamente il suo sostegno fosse molto inferiore. E ha preso un colpo a Sunak e Truss per non essere riusciti a convincerli a sostenere il suo ritorno.

“Ho buone possibilità di vincere le elezioni con i conservatori – e potrei tornare a Downing Street venerdì”, ha detto Johnson. “Ma negli ultimi giorni sono purtroppo giunto alla conclusione che questa potrebbe non essere la giusta linea di condotta. “Se non hai un partito unito in Parlamento, non puoi governare in modo efficace”, ha detto.

“Anche se ho contattato sia Rishi (Chunak) che Benny (Mordant) – perché credevo che potessimo unirci nell’interesse nazionale – sfortunatamente non siamo riusciti a trovare un modo per farlo”, ha aggiunto. . “Quindi la cosa migliore è che non lascio andare avanti la mia nomination e darò il mio sostegno a chi vince. Credo di avere molto da offrire, ma temo che non sia il momento giusto.

Mordaunt ha annunciato per la prima volta la sua candidatura venerdì. Ha promesso un “nuovo inizio” per l’Inghilterra, con l’obiettivo di “unire il nostro Paese, mantenere le nostre promesse e vincere le prossime elezioni generali”. Funziona con un hashtag accattivante: “PM4PM”.

Ha anche elogiato la decisione di Johnson di ritirarsi dalla corsa, dicendo che l’ex primo ministro “mette il paese prima del partito, il partito prima di se stesso”.

“Ha lavorato per preservare il mandato e la maggioranza di cui ora godiamo. Dobbiamo usarlo bene e so che lavorerà con noi per farlo”, ha detto su Twitter.

Mordaunt è arrivato terzo nelle ultime elezioni per la leadership, perdendo la possibilità di essere messo davanti ai membri. Avendo ottenuto 105 voti dai parlamentari nelle ultime elezioni, ci si aspetta anche che superi la nuova soglia e se la caverà bene tra i membri del partito grazie alle sue credenziali militari. Mordant era un riservista nella Royal Navy e servì per breve tempo come Segretario di Stato alla Difesa.

L’ultima volta che i conservatori hanno tenuto una corsa alla leadership – dopo la fine del governo di Johnson – Truss è stato primo, Sunak secondo e Mordant terzo. Johnson non è scappato.

Keir Starmer, il leader del principale partito laburista di opposizione, ha rinnovato la sua richiesta di elezioni generali domenica dopo aver affermato che le persone erano “stufe fino ai denti” della leadership conservatrice e delle decisioni del loro governo.

“Bisogna fare una scelta. Un’elezione generale! Lascia che sia il pubblico a decidere… vogliono continuare con tutto questo casino o vogliono stabilità sotto un governo laburista?” ha chiesto Starmer durante un’intervista alla BBC.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.