Biden in Giappone: il presidente svelerà un piano economico per contrastare la Cina in Asia

Questo annuncio è una delle caratteristiche principali Visita al Continente di Pittsburgh, A partire dalla scorsa settimana in Corea del Sud e continuando questa settimana in Giappone. Prima che Biden svelasse il quadro economico indo-pacifico, i suoi collaboratori si riferivano all’IPEF, convocò l’imperatore Naruhito del Giappone e si sedette per colloqui bilaterali con il primo ministro Fumio Kishida. Sono previsti argomenti di sicurezza Svegliarsi.

“I giapponesi e gli Stati Uniti sono pienamente impegnati per la sicurezza del Giappone e affrontiamo insieme le sfide di oggi e del futuro”, ha affermato Biden nel suo primo incontro formale faccia a faccia con Kishida.

“Lo scopo di questa visita è rafforzare la nostra cooperazione con altri paesi della regione e fornire benefici concreti alle persone della regione indo-pacifica”, ha detto Biden, ringraziando Kishida per essersi unito allo sforzo guidato dagli Stati Uniti per punire la Russia. Per la sua occupazione dell’Ucraina.

Biden è stato accolto all’Akasha Palace con una grande cerimonia che includeva l’esecuzione degli inni nazionali e l’ispezione delle guardie d’onore cerimoniali. Biden osservò lo stendardo di Star Spangled suonare e si portò una mano al cuore.

La Cina barcollava ad ogni fermata di Biden, Fattore spesso non detto ma sempre presente La sua spinta a ristrutturare la politica estera degli Stati Uniti per concentrarsi maggiormente sull’Asia. Quando martedì incontrerà i leader del rinascente gruppo “Quad”, sarà con l’intenzione indiretta di affrontare gli sforzi di espansione di Pechino: Stati Uniti, Giappone, India e Australia. La sua influenza tra i vicini.

Anche la struttura economica ha un obiettivo simile. Da quando l’allora presidente Donald Trump ha ritirato gli Stati Uniti dai negoziati di partenariato transpacifico tenuti durante la presidenza Obama, gli Stati Uniti non hanno avuto un piano preciso per coinvolgere economicamente la regione.

La Cina, nel frattempo, ha vinto numerosi accordi commerciali con i suoi vicini e ha cercato di utilizzare la sua influenza economica a livello globale attraverso l’iniziativa Belt and Road.

Il piano che Biden annuncerà lunedì non è un accordo commerciale in senso tradizionale. Comprende un “pilastro” relativo al commercio, ma anche altri settori come rendere più flessibili le catene di approvvigionamento, promuovere l’energia pulita e combattere la corruzione.

Rilasciando il quadro, Biden sembra riconoscere che non ha intenzione di rientrare nel TPP, che non è diventato popolare tra i legislatori statunitensi che hanno bisogno di ratificare l’accordo. Invece, spera di creare una sfera economica in grado di competere con la Cina.

Sarà necessario includere non solo partner forti come Giappone e Corea del Sud, ma anche paesi più piccoli, soprattutto nel sud-est asiatico, e altri paesi non strettamente allineati con gli Stati Uniti.

I primi oppositori del regime hanno suggerito che non ci dovrebbero essere concessioni, come una riduzione delle tasse, in cambio dell’adesione al regime. Gli assistenti di Biden affermano che ci sono altri modi per facilitare ulteriormente il commercio e l’accesso al mercato e che il quadro offre un’opportunità interessante per lavorare a stretto contatto con gli Stati Uniti. Semmai, l’annuncio di Biden di lunedì riflette l’inizio del processo di scrittura del piano.

La Cina ha già reagito con forza alla struttura, con un ambasciatore senior che la definisce un “gruppo chiuso ed esclusivo”.

Parlando con i giornalisti dell’Air Force One durante il viaggio di Biden dalla Corea del Sud al Giappone, il consigliere per la sicurezza nazionale Jake Sullivan ha affermato che le critiche erano attese.

“Non sono sorpreso che la Cina sia preoccupata per il numero di paesi che hanno espresso interesse e interesse per l’IPEF e la diversità dei paesi”, ha affermato. “È naturale per loro cercare di trovare modi per sollevare domande”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.