Breaking News :

Conte: ‘Inter, con l’Atalanta ci sarà da soffrire… ma vogliamo far soffrire loro’


L’allenatore nerazzurro e la sfida a Gasp: “Niente calcoli, ci vogliamo misurare per vedere a che punto siamo. I miei 51 anni? L’ultimo anno lo sentiamo tutto, dal punto di vista lavorativo”

Compleanno con vista sul secondo posto, sulla sfida all’Atalanta, sull’Europa League e il Getafe. Antonio Conte fa 51 anni ed è pronto a entrare a tutta velocità nell’ultima curva della stagione dell’Inter. Si comincia domani sera a Bergamo: “Mi auguro che sarà una bella partita. Si giocherà a viso aperto, senza calcoli. L’Atalanta è una squadra diventata una realtà consolidata in Italia. Inoltre sono ai quarti di Champions. Ci sarà da soffrire, ma l’obiettivo è quello di far soffrire loro”.

Equilibrio tra i reparti

—  

La sfida tra Gasp e Conte sarà la sfida tra il miglior attacco e la migliore difesa. “Io penso sempre che sia giusto avere un buon equilibrio tra fase offensiva e difensiva – prosegue Conte –. L’Atalanta ha segnato tantissimi gol, segnano da più di 20 partite, hanno grandi meriti e giocatori di qualità. Noi siamo la miglior difesa e il secondo miglior attacco. Sarà una sfida nella sfida, dove speriamo di prevalere”. E ancora: “La partita con il Napoli è stata bellissima: l’abbiamo giocata nella giusta maniera, con attenzione e determinazione in tutte le fasi contro un’ottima squadra. Ora abbiamo di fronte l’ultima partita: penso sia giusto concludere bene la stagione, ci vogliamo misurare per vedere a che punto siamo arrivati”.

Tanti cambi

—  

Dopo la chiusura di campionato con l’Atalanta, l’Inter preparerà gli ottavi di Europa League, mercoledì a Gelsenkirchen, in Germania, contro il Getafe. Due impegni ravvicinati molto importanti che spingeranno Conte a cambiare tanti giocatori: “Sono soddisfatto che tutti si siano sempre fatti trovare pronti, ma allo stesso tempo non avevo dubbi. Io e lo staff alleniamo affinché siano tutti pronti sia dal punto di vista tattico che fisico. Da parte dei giocatori c’è stata una grande risposta, questo è un gruppo di ragazzi molto professionali”. Chiusura sul compleanno, festeggiato con la torta ad Appiano insieme alla squadra: “Ho detto ai ragazzi che ho festeggiato l’anno scorso i 50 anni con loro. Adesso festeggiamo i 51: è passato un anno e lo sentiamo tutto, dal punto di vista lavorativo”.



Source link

Please follow and like us:

Redazione Football

Read Previous

Fase 2 anche per il calcio. In attesa di capire il destino dei campionati

Read Next

“O Zico o Austria”: quando il Friuli gridò alla secessione nel nome del Galinho

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *