Breaking News :

La Bundesliga fa da apripista, da Amazon ai tifosi cartonati

[ad_1]

calcio europeo

Amazon ha esteso l’accordo con la Lega tedesca per trasmettere le gare, mentre il Borussia Mönchengladbach ha piazzato oltre 12mila “cartonati” sugli spalti

di Benedetto Giardina

default onloading pic
(Picture-Alliance via AFP)

Amazon ha esteso l’accordo con la Lega tedesca per trasmettere le gare, mentre il Borussia Mönchengladbach ha piazzato oltre 12mila “cartonati” sugli spalti

2′ di lettura

Il primo tra i principali campionati europei di calcio a ripartire a seguito della pandemia di Covid-19 è stata la Bundesliga 2 settimane fa, con un riscontro di pubblico senza precedenti grazie alla scelta di Sky Deutschland di trasmettere in chiaro il programma «Sky Konferenz Bundesliga», l’equivalente della “Diretta Gol”, permettendo così anche a chi non è abbonato al pacchetto calcio di seguire gli aggiornamenti in diretta da tutti i campi.

Il successo di audience

L’audience televisiva per la diretta in chiaro è stata di 3,68 milioni di spettatori, più del doppio rispetto alla media delle precedenti giornate (circa 1,5 milioni per ogni week end, con un massimo di poco superiore ai 2 milioni). Un successo che ha spinto Amazon a estendere il suo accordo con la Lega tedesca per la trasmissione delle gare di Bundesliga fino al termine dell’attuale stagione. Il colosso Usa ha acquisito i diritti nazionali per altre 7 partite della stagione regolare di Bundesliga e 4 sfide valide per i playout tra Bundesliga 1 e 2, affiancando Dazn nelle trasmissioni in streaming.

Gli spettatori virtuali
Non tutti i club tedeschi, d’altro canto, si sono rassegnati a giocare in stadi deserti. Il Borussia Mönchengladbach, per esempio, ha scelto di mettere in vendita oltre 12mila “cartonati” da piazzare sugli spalti, con le fattezze dei propri sostenitori. Un’iniziativa denominata “Stay home, be in the stands” tramite la quale i tifosi hanno potuto dare un segnale di vicinanza al club, pagando 19 euro per il posto occupato al Borussia-Park. Soldi devoluti in beneficenza.
Già a marzo la Federcalcio tedesca aveva tracciato la strada verso un ritorno in campo con l’obiettivo di terminare la stagione entro l’estate 2020. Proposito suggellato dall’annuncio della Cancelliera Angela Merkel, che lo scorso 6 maggio ha dato il via libera alla ripresa.

Il protocollo sanitario tedesco
La Bundesliga ha messo a punto un protocollo sanitario per prevenire contagi tra calciatori, staff tecnici e addetti ai lavori. Le misure previste per il massimo campionato tedesco prevedono un regime di isolamento per le squadre con test medici a carico dei club, mascherine per tutti i presenti a eccezione dei 22 calciatori in campo, dell’arbitro e dei guardalinee, l’ingresso separato sul terreno di gioco da parte delle 2 squadre (senza scambi di gagliardetti, né strette di mano), la sanificazione dei palloni, il divieto di sputare e di esultare in gruppo. Se un calciatore o un addetto ai lavori di qualunque squadra dovesse risultare positivo, inoltre, non è prevista la sospensione delle attività, ma la quarantena soltanto per il soggetto in questione.

[ad_2]

Source link

Please follow and like us:

Redazione Football

Read Previous

Fiorentina: Aquilani nuovo allenatore della Primavera

Read Next

Fonseca pompiere: “Nessun caso, alla Roma siamo tutti sereni”

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *