Breaking News :

Inter, niente lesioni per Lukaku. Ma col Toro Sanchez è a caccia di conferme

[ad_1]

Il belga sottoposto a esami per il problema all’adduttore: esito positivo, oggi differenziato. col Toro probabile riposo. Il cileno ha confermato il buon stato di forma. E si propone per un futuro da trequartista?

Nell’ultima negativa partita contro il Verona Romelu Lukaku è stato a lungo il faro a cui affidarsi nella tormenta. Il gioco offensivo nerazzurro per tutto il primo tempo si è appoggiato sulle sue larghe spalle, affidandosi al gioco spalle alla porta e alle sponde del belga per provare ad arrivare alla conclusione. Lunedì contro il Torino bisognerà trovare vie alternative anche se per Big Rom è scongiurata la possibilità di un infortunio. Al Bentegodi ha avvertito un fastidio tra l’adduttore della coscia destra e l’anca, oggi è stato sottoposto a esami strumentali che non hanno evidenziato lesioni, ma comunque dovrebbe essere risparmiato per evitare problemi peggiori. Nell’allenamento di oggi svolgerà un lavoro differenziato, domani si farà il punto in base alle sensazioni del giocatore e al parere dello staff medico. Sembra improbabile comunque che venga rischiato lunedì col Torino. Senza Romelu, che a Verona ha giocato da centravanti puro, quasi vecchio stampo, dovrà cambiare tutta la formula dell’attacco.La fase offensiva nerazzurra nel complesso nel post-lockdown non preoccupa eccessivamente. I numeri anzi sottolineano un miglioramento delle statistiche d’attacco: i problemi piuttosto sono in difesa, con la media dei gol subiti a match che è salita da 0,96 (dato prima dello stop) a 1,5 (dato dopo la ripresa)

Sanchez con Lautaro

—  

Al posto di Lukaku tornerà Lautaro, che aprì il match d’andata contro i granata e che nel finale contro l’Hellas ha mostrato di avere gamba, oltre che una gran voglia di segnare. Ma in attacco verrà confermato Alexis Sanchez, che continua a mandare segnali positivi a livello di prestazioni. Contro la squadra di Juric, che chiudeva ogni soluzione in fase di costruzione, gli è capitato spesso di rientrare a centrocampo a fare gioco, quasi da trequartista. Lunedì in quel ruolo dovrebbe tornare Eriksen e ad Alexis dovrebbe essere chiesto di allargare il gioco e dare profondità, ma il cileno ha mostrato di potersi disimpegnare bene anche qualche metro più indietro, grazie a una condizione ritrovata. Chissà che in un futuro prossimo, nel gioco delle rotazioni, non capiti di vederlo, almeno per una parte del match, insieme ai due centravanti. Una soluzione di esplorare, in attesa di conoscere che sarà del suo futuro, se potrà giocare con l’Inter l’Europa League e se ci sono margini per trattenerlo anche per la prossima stagione.

[ad_2]

Source link

Please follow and like us:

Redazione Football

Read Previous

Calcio, ecco come la Uefa cambierà il fair play finanziario per limitare impatto Covid sui club

Read Next

Addio a Mario Corso, il mancino di Dio che vinse tutto con l’Inter di Herrera

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *