Breaking News :

Football Economy – Per la ripresa del campionato niente test a calciatori e allenatori in Svezia

Per la ripresa del campionato niente test a calciatori e allenatori in Svezia

foto iamnaples

I calciatori e gli allenatori svedesi non saranno tenuti a sostenere un test per COVID-19 prima delle sessioni di allenamento o delle partite come parte del protocollo di ritorno al gioco proposto dal paese durante la pandemia.

Secondo quanto riportato da AP News, in Svezia calciatori e allenatori non dovranno sostenere un test per verificare la positività al COVID-19, poichè dovranno invece compilare un modulo di autovalutazione ogni mattina e inviarlo via e-mail al medico del club entro e non oltre due ore prima dell’arrivo per l’allenamento o prima di arrivare allo stadio per una partita. Il medico valuterà quindi se i giocatori e gli allenatori sono abbastanza sani per partecipare alla seduta di allenamento.

In caso ci sarà la presenza di qualche sintomo dovranno rimanere a casa. Segue il principio generale adottato nella società svedese secondo cui solo le persone che “si sentono così male da dover visitare un ospedale ottengono un test corona su larga scala”, fanno sapere dal campionato svedese all’Associated Press. “Quindi, in linea con questo, non abbiamo l’opportunità di testare i nostri giocatori.”

I protocolli di ritorno al gioco per gli allenamenti e le partite professionali, pubblicati martedì dal campionato svedese, sono stati presentati all’autorità di sanità pubblica del paese. L’autorità dovrebbe decidere questa settimana se i primi due campionati svedesi possano iniziare il prossimo mese.

Sperano di iniziare a giocare le partite il 14 giugno, più di due mesi dopo la data di inizio inizialmente prevista. La società svedese non ha completamente chiuso durante l’epidemia di virus perché il governo e le autorità sanitarie hanno scelto di non imporre tutte le restrizioni di altri paesi. Ciò si riflette nei suoi protocolli di ritorno al gioco proposti nel calcio, che differiscono da altri campionati in Europa.

Appena oltre il confine in Danimarca, ad esempio, i giocatori e alcuni membri dello staff effettueranno gli autoesami prima delle sessioni di allenamento, quindi entreranno in un “regime di test” prima delle partite di campionato o delle amichevoli contro altri club, ha dichiarato all’amministratore delegato della Danimarca Superliga Claus Thomsen. Ogni giocatore verrà testato una volta prima delle partite e probabilmente su base settimanale, o più, successivamente. “Non è una piccola spesa per i club delle dimensioni della lega danese”, ha detto Thomsen. “Ma è una spesa che porteremo.” La lega danese prevede di riprendere il 28 maggio.

In Germania, dove il calcio riprenderà questo fine settimana, i giocatori e lo staff nelle prime due leghe maschili in Germania hanno dovuto sottoporsi a due turni di test prima di riprendere la formazione completa della squadra la scorsa settimana. Richiederanno anche test regolari prima di ogni partita. Si stima che per completare la stagione saranno necessari almeno 20.000 test.

In Inghilterra, l’amministratore delegato della Premier League Richard Masters ha dichiarato lunedì che i test destinati ai giocatori sono stati sviluppati dalla consociata di quella utilizzata dalla Bundesliga.

Fonte apnews.com

Please follow and like us:

Redazione Football

Read Previous

Football Economy – Scibilia, dg Venezia: “Per ripartire serve un milione di euro a club”

Read Next

Football Economy – Proposta di Legge per facilitare i restyling degli stadi italiani

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *