Breaking News :

Football Economy – I dirigenti dell’Arsenal rinunciano a un terzo dello stipendio

Il comunicato continua poi parlando anche dell'impegno dei calciatori per sostenere il club: "I nostri giocatori si sono tenuti molto impegnati durante questo periodo difficile, lavorando duramente a casa sia sul loro allenamento fisico che tattico mentre l'allenamento è sospeso. Negli ultimi 10 giorni abbiamo discusso con loro sulle potenziali sfide finanziarie future e su come stiamo pianificando per quelle ora. Queste sono conversazioni produttive e in corso su come i nostri giocatori potrebbero supportare la loro squadra in modo appropriato. Non abbiamo e non faremo alcun commento in merito fino a quando queste discussioni private non saranno concluse".

LONDON, ENGLAND – MAY 02: A general view of Emirates stadium the UEFA Europa League Semi Final First Leg match between Arsenal and Valencia on May 02, 2019 in London, England. (Photo by Stuart MacFarlane/Arsenal FC via Getty Images)

L’emergenza Coronavirus sta interessando anche lo sport e in particolare il calcio, colpendo le società soprattutto dal punto di vista economico. Tante squadre stanno cercando di ridurre i costi anche attraverso il taglio degli stipendi di calciatori e dirigente. Proprio trattando questo argomento, l’Arsenal ha voluto comunicare gli ultimi aggiornamenti sul club, in relazione all’emergenza Coronavirus. I Gunners hanno parlato della situazione finanziaria, dei propri giocatori e si sono inoltre rivolti ai tifosi.

I nostri proprietari, Kroenke, Sports & Entertainment, sono totalmente impegnati a supportare l’Arsenal in questo momento difficile“, chiarisce il comunicato.

Stiamo anche controllando attentamente i nostri costi. Abbiamo bloccato la maggior parte delle spese in conto capitale e le nostre spese operative sono rigorosamente controllate. All’inizio di questo mese, il nostro team esecutivo si è offerto volontario di rinunciare a più di un terzo dei propri guadagni nei prossimi 12 mesi“.

I dirigenti hanno dunque deciso di rinunciare a una fetta importante del proprio salario. A proposito dei dipendenti, l’Arsenal ha poi chiarito che “non stiamo prendendo in considerazione licenziamenti e siamo completamente concentrati sulla protezione di benessere, lavoro e stipendi. Tutti i nostri dipendenti ricevono i loro stipendi completi e prevediamo di continuare. Al momento non intendiamo utilizzare il programma di sostegno del governo.

Oltre ai nostri dipendenti, stiamo estendendo il nostro impegno a pagare i lavoratori occasionali da fine aprile a fine maggio. Per i nostri lavoratori occasionali, questo significa che saranno pagati per tutte e quattro le partite della Premier League che sono state posticipate e saranno pagati nuovamente se dovessero lavorare a queste partite una volta riorganizzate“, spiega il club.

Il comunicato continua poi parlando anche dell’impegno dei calciatori per sostenere il club: “I nostri giocatori si sono tenuti molto impegnati durante questo periodo difficile, lavorando duramente a casa sia sul loro allenamento fisico che tattico mentre l’allenamento è sospeso. Negli ultimi 10 giorni abbiamo discusso con loro sulle potenziali sfide finanziarie future e su come stiamo pianificando per quelle ora. Queste sono conversazioni produttive e in corso su come i nostri giocatori potrebbero supportare la loro squadra in modo appropriato. Non abbiamo e non faremo alcun commento in merito fino a quando queste discussioni private non saranno concluse”.

Please follow and like us:

Redazione Football

Read Previous

Football Economy – Pierpaolo Marino: “La Serie A non ripartirà, la Cina insegna”

Read Next

Football Economy – La FIGC sospende ufficialmente i campionati giovanili causa Coronavirus

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *