Breaking News :

Football Economy – L’Inter ha consegnato 300mila mascherina alla Protezione Civile

L'Inter ha consegnato 300mila mascherina alla Protezione Civile

foto inter.it

L’emergenza Coronavirus sta colpendo il mondo e anche dal mondo dello sport in queste settimane, sono giunti molti aiuti. Tra le opere di beneficienza c’è anche la donazione da parte dell’Inter di Steven Zhang, di 300mila mascherine alla Protezione Civile. Di seguito la nota del club nerazzurro:

“Sono arrivate da Pechino e sono state consegnate al Dipartimento della Protezione Civile le 300mila mascherine a uso medico donate dall’Inter e dal Gruppo Suning per fronteggiare l’emergenza sanitaria di questo periodo. Assieme alle mascherine sono giunti dalla Cina prodotti sanitari tra cui indumenti protettivi e prodotti per la disinfezione, al fine di fronteggiare l’emergenza legata alla diffusione del Coronavirus. Il Dipartimento della Protezione Civile ha già provveduto alla distribuzione dei presidi sanitari in Lombardia e nelle altre regioni italiane.

Si tratta di uno dei contributi che Suning e Inter hanno offerto in questo delicato periodo per aiutare il Paese nel fronteggiare l’emergenza sanitaria. Già nello scorso gennaio, con la diffusione del Coronavirus in Cina, il presidente nerazzurro Steven Zhang e Inter avevano donato 300mila maschere mediche alla città di Wuhan.

Suning e Inter sono scesi da subito in campo per dare un contributo importante nella lotta al Coronavirus e continuano a dare il proprio sostegno, come testimonia anche la campagna globale di crowdfunding #TogetherAsATeam che ha permesso di raccogliere 658mila euro, devoluti al Dipartimento di Scienze Biomediche e Cliniche dell’ospedale Luigi Sacco di Milano, centro di riferimento per le patologie infettive e le emergenze epidemiologiche.

Please follow and like us:

Redazione Football

Read Previous

Football Economy – I giocatori del Barcellona si riducono lo stipendio del 70%

Read Next

Football Economy – Il Real Madrid ha messo a disposizione il Bernabéu per l’emergenza Coronavirus

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *