Breaking News :

Football Economy – Kulusevski all Juventus: le cifre e la plusvalenza dell’Atalanta

Kulusevski all Juventus le cifre e la plusvalenza dell'Atalanta

foto parma calcio

Il centrocampista svedese, precedentemente di proprietà dell’Atalanta, giocherà fino a giugno in prestito al Parma

Un importante innesto per il centrocampo della Juve, un elemento di sicura prospettiva, un giocatore dalla giovane età ma dal talento cristallino.

Parliamo di Dejan Kulusevski, centrocampista svedese di origini macedoni, nato a Stoccolma il 25 aprile del 2000. La Juve acquista il giocatore dall’Atalanta, ma per lui i prossimi mesi saranno ancora in prestito al Parma, dove ha iniziato questa stagione.

Di seguito il comunicato:

“Juventus Football Club S.p.A. comunica di aver perfezionato l’accordo con la società Atalanta B.C. S.p.A. per l’acquisizione a titolo definitivo del diritto alle prestazioni sportive del calciatore Dejan Kulusevski a fronte di un corrispettivo di € 35 milioni pagabili in cinque esercizi. Il valore di acquisto potrà incrementarsi di massimi € 9 milioni al maturare di determinate condizioni nel corso della durata contrattuale. Juventus ha sottoscritto con lo stesso calciatore un contratto di prestazione sportiva fino al 30 giugno 2024. Contestualmente, Juventus ha sottoscritto con il Parma Calcio 1913 S.r.l. un accordo per la cessione temporanea a titolo gratuito fino al 30 giugno 2020 del diritto alle prestazioni sportive dello stesso calciatore”.

Kulusesvski alla Juventus è una grande plusvalenza per l’Atalanta

La cessione di Kulusevski alla Juventus da parte dell’Atalanta genera alla Dea una grandissima plusvalenza oltre ad essere la cessione più onerosa della storia dei nerazzurri. L’Atalanta infatti prima dei 35 milioni incassati per il 2000 svedese vantavano nella cessione di Bastoni all’Inter per 30,59 milioni di euro l’affare più oneroso.

La cessione di Kulusevski garantirà una plusvalenza integrale. Kulusevksi infatti, acquistato nel 2016 dagli svedesi dell’IF Brommapojkarna per 165mila euro, al 31 dicembre 2018 era a bilancio con un valore netto residuo di circa 99mila euro. L’Atalanta però, non incasserà tutta la cifra dell’affare poichè dovrà girare una quota alla stessa società svedese: come si legge nel bilancio, esiste una clausola sell-on fee che porterà il 10% della plusvalenza (quindi circa 3,5 milioni di euro) nelle casse dell’IF Brommapojkarna.

Please follow and like us:

Redazione Football

Read Previous

Football Economy – Antonio Marras presenta le nuove divise del Cagliari

Read Next

Football Economy – Scambio Caldara-Kjær, i dettagli dell’affare tra Milan e Atalanta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *