Breaking News :

Football Economy – Ibrahimovich torna al Milan. Ecco quanto guadagnerà

Ibrahimovich torna al Milan. Ecco quanto guadagnerà

MILAN, ITALY – MAY 02: Zlatan Ibrahimovic of AC Milan during the Serie A match between AC Milan and Atalanta BC at Stadio Giuseppe Meazza on May 2, 2012 in Milan, Italy. (Photo by Claudio Villa/Getty Images)

Dopo aver girato mezza Europa ed essere anche emigrato in America, Zlatan Ibrahimovic torna al Milan, da qualche giorno è arrivata l’ufficialità. La domanda che tanti addetti ai lavori, tifosi e stampa si stanno ponendo è quanto guadagnerà Zlatan Ibrahimovic al Milan? Le cifre riportate sulla stampa dopo la notizia dell’imminente accordo tra il club rossonero e l’attaccante svedese per il suo ritorno a Milano sono, al momento, discordanti.

Fatta eccezione per la durata del contratto infatti: inizialmente 6 mesi che possono però diventare 18 in caso di raggiungimento di alcuni obiettivi personali, sullo stipendio che percepirà lo svedese ci sono infatti notizie discordanti tra i vari quotidiani

Quanto guadagnerà Ibrahimovic al Milan

Secondo la Gazzetta dello Sport, lo stipendio di Ibra al Milan sarà intorno ai 3 milioni di euro netti da qui a fine campionato e 4,5 milioni di euro nella stagione 2020-2021, nel caso in cui il contratto delle svedese venisse prolungato in base ai termini dell’accordo.

Secondo Repubblica, invece, Maldini e Boban avrebbero proposto un contratto su misura per Ibra al procuratore Mino Raiola con uno stipendio di 4 milioni di euro netti per i primi sei mesi, più eventuale estensione di un anno a 7 milioni, vincolata al numero delle presenze e dei gol.

In linea con le indicazioni della Gazzetta, invece, le cifre riportate dal Corriere della Sera, che parla di uno stipendio per Ibra di 3 milioni di euro netti fino al 30 giugno 2020 e di 5 per la prossima stagione (bonus compresi).

Ibrahimovic, il Milan e il Decreto Crescita

L’intenzione delle parti è quella cercare di ottenere gli sconti fiscali previsti dal Decreto Crescita, una norma già utilizzata nella sessione estiva del calciomercato in Serie A per mettere sotto contratto diversi calciatori provenienti dall’estero.

Ma per ottenere questo vantaggio è indispensabile che Ibrahimovic dimostri all’Agenzia delle Entrate di avere un rapporto di lavoro da dipendente in Italia per almeno due anni solari.

Per questo motivo, scrive ad esempio la Gazzetta dello Sport, la dirigenza del Milan sarebbe pronta a prolungare il contratto di Ibrahimovic anche per la stagione 2022-2023, magari non più da calciatore, visto che nel frattempo avrà superato la soglia dei 40 anni, ma con un ruolo di rappresentanza nel club.

Please follow and like us:

Redazione Football

Read Previous

Football Economy – Ulturale è il nuovo fashion partner del Parma Calcio

Read Next

Football Economy – Mattia Perin torna ufficialmente al Genoa. Le cifre

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *