Breaking News :

Football Economy – Miccichè: “Ecco quanto vale la serie A”

Miccichè: "Ecco quanto vale la serie A"

Foto LaPresse – Vince Paolo Gerace 19/03 /2018 – Milano (MI) Sport Calcio Assemblea Lega Calcio Nella foto Gaetano Miccichè neo Presidente della Serie A nella sede della Lega Calcio per la conferenza stampa

Il presidente della Lega Serie A Gaetano Miccichè ha parlato di vari temi in una lunga intervista a Milano Finanza. Tra i temi trattati ci sono i diritti tv della serie A e la riforma del progetto Superchampions 

QUANTO VALGONO I DIRITTI TV DELLA SERIE A_

Quanto vale la serie A?

Il presidente della Lega Serie A Gaetano Miccichè come detto, è tornato a parlare del tema dei diritti tv. Queste le sue parole sulla serie A: “Lo stato di salute del calcio italiano è migliorabile. Come? Bisogna cercare di aumentare i ricavi del sistema e per fare questo necessariamente bisogna puntare il mirino sui diritti televisivi. In questo momento la gran parte dei nostri ricavi, circa il 70%, arriva dalla vendita dei diritti in Italia e all’estero, mentre il restante 30% proviene da ticketing e sponsorizzazioni commerciali. In questo quadro anche se nel lungo termine sarebbe auspicabile un maggior bilanciamento delle fonti di ricavo, è evidente che se si vuole accelerare nel breve-medio periodo non si può prescindere dall’ottimizzazione delle entrate televisive. In pochi mesi abbiamo compiuto un mezzo miracolo riuscendo a incassare un totale di 973 milioni a stagione. Detto questo, io penso che i diritti interni del calcio italiano valgano più di un miliardo a stagione.

Il presidente della Lega Serie A Miccichè punta dunque in alto, aspettandosi che i diritti tv della serie A superino il miliardo di euro a stagione

In pochi mesi abbiamo compiuto un mezzo miracolo riuscendo a incassare un totale di 973 milioni a stagione. Detto questo, io penso che i diritti interni del calcio italiano valgano più di un miliardo a stagione

Gaetano Miccichè

Come aumentare i diritti tv della serie A?

La Lega Serie A, attraverso le parole del presidente Miccichè ha dunque fissato l’obiettivo per quanto riguarda il valore dei diritti tv. Per arrivare a superare la cifra, si parla di un canale di Lega, con Mediapro che avrebbe offerto più di un miliardo per le stagioni 2021/22-2022/23-2023/24. Queste le parole di Miccichè al riguardo: “Stiamo analizzando gli scenari possibili di mercato, anche perché dobbiamo tener conto che il mondo dell’intrattenimento e dello sport è in rapido cambiamento, nei modelli di consumo e delle richieste degli utenti. Al precedente ciclo di vendita dei diritti calcio l’unica modalità per guardare una partita era la tv dal salotto di casa, oggi si guarda sempre di più dallo smartphone in mobilità. Per questo valutiamo scenari alternativi: in particolare Mediapro si è offerta come partner tecnico per la produzione di un prodotto audiovisivo che potrà essere poi rivenduto ai vari broadcaster. Ciò detto, va sottolineato che in ogni caso la Lega farà un bando per la vendita dei diritti ai broadcaster, che siano Sky, Dazn o altri”

La serie A sul progetto Superchampions

Il presidente della Lega Serie A Gaetano Miccichè, nella sua intervista a Milano Finanza ha anche affrontato il tema del progetto Superchampions paventato da Uefa ed Eca. Queste le sue parole al riguardo “E’ un discorso complesso, tutte le cinque grandi leghe europee non hanno approvato il piano e noi siamo stati gli ultimi in ordine cronologico a dire no. La gestione di una riforma così importante dovrebbe prevedere un maggiore coinvolgimento della associazione delle leghe europee, la European Leagues. Voglio che sia chiaro che la Lega di Serie A mantiene una grandissima disponibilità a valutare nuove modifiche al progetto ed è ampiamente disponibile a collaborare su nuove idee sia con la Uefa che con Eca”.

Please follow and like us:
error

Redazione Football

Read Previous

Football Economy – Milan escluso dall’Europa League. Ecco economicamente cosa cambia

Read Next

Football Economy – Manolas dalla Roma al Napoli. Ecco le cifre

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *