1.000 persone colpite da inondazioni senza precedenti nel Parco nazionale della Valle della Morte

PARCO NAZIONALE DELLA VALLE DELLA MORTE, California (AP) — Piogge da record hanno causato inondazioni improvvise venerdì nel Parco nazionale della Valle della Morte, spazzando via le auto, chiudendo tutte le strade e arenando centinaia di visitatori e lavoratori.

Non ci sono state segnalazioni immediate di feriti, ma circa 60 veicoli sono stati sepolti nel fango e detriti e circa 500 visitatori e 500 dipendenti del parco sono rimasti intrappolati all’interno del parco, hanno detto i funzionari.

Furnace Creek, un parco vicino al confine di stato tra California e Nevada, ha ricevuto 3,71 centimetri di pioggia. Si tratta di circa il 75% di quello che si ottiene normalmente in un anno e superiore a quanto registrato nell’intero mese di agosto.

Dal 1936, la pioggia più piovosa in un solo giorno è stata il 15 aprile 1988, quando sono caduti 1,47 pollici (3,73 centimetri), hanno detto i funzionari del parco.

“Interi alberi e massi erano crollati”, ha detto il fotografo dell’agenzia di avventura con sede in Arizona John Chirlin, che ha visto l’inondazione mentre sedeva su una scogliera cercando di fotografare i fulmini mentre la tempesta si avvicinava.

“Il suono di alcune rocce che scendevano dalla montagna era incredibile”, ha detto in un’intervista telefonica venerdì pomeriggio.

I funzionari del parco non hanno risposto immediatamente alle richieste di aggiornamenti venerdì sera.

La tempesta è seguita a un altro grande evento alluvionale all’inizio di questa settimana in un parco a circa 193 chilometri a nord-est di Las Vegas. Alcune strade sono state chiuse lunedì a causa del fango e dei detriti delle inondazioni improvvise che hanno colpito duramente il Nevada occidentale e l’Arizona settentrionale.

Secondo Chirlin, che vive a Chandler, in Arizona, e visita il parco dal 2016, la pioggia è iniziata intorno alle 2 del mattino di venerdì.

ha detto Chirlin, una delle principali guide di Incredible Weather Adventures che ha iniziato a inseguire tempeste nel Minnesota e nelle High Plains negli anni ’90.

“C’era molto dilavamento profondo diversi piedi. La strada era coperta da rocce forse 3 o 4 piedi”, ha detto.

Sarlin ha detto che gli ci sono volute circa 6 ore per guidare da vicino al lodge nella Death Valley, a circa 35 miglia (56 chilometri) dal parco.

“Almeno due dozzine di auto sono state schiacciate e bloccate”, ha detto, aggiungendo che “o soccorsi in acqua alta” nessuno è stato visto ferito.

Durante l’acquazzone di venerdì, “l’acqua alluvionale ha spinto i contenitori dei cassonetti contro le auto parcheggiate, facendole schiantare l’una contro l’altra. Inoltre, diverse strutture, tra cui camere d’albergo e uffici commerciali, sono state allagate”, afferma la dichiarazione del parco.

Anche il sistema idrico che lo fornisce ai residenti e agli uffici del parcheggio è fallito dopo la rottura di una linea riparata, afferma la dichiarazione.

Un avviso di inondazione lampo per il parco e l’area circostante è scaduto alle 12:45 di venerdì, ma l’avviso di inondazione rimarrà in vigore per tutta la sera, ha affermato il National Weather Service.

___

Questa storia è stata corretta per mostrare che il National Park Service ora ha riportato 1,46 pollici di pioggia, non 1,7 pollici come riportato in precedenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.